AngeliComunicare con gli angeliNoi e gli angeli

6 modi per comunicare con gli angeli

Comunicare con gli angeli è il desiderio di molte persone e in realtà tutti lo possono fare poiché non servono doti particolari, bisogna solo avere fede, essere costanti, nel senso che non bisogna arrendersi al primo tentativo ed essere aperti a qualsiasi tipo di comunicazione. In questo articolo, che spero possa essere utile a chi lo leggerà, descriverò 6 modi per comunicare con gli angeli, cosicché ognuno potrà scegliere quello più vicino al proprio credo.

1- Preghiera

Ogni volta che chiediamo qualcosa a Dio e agli angeli, preghiamo; se volete comunicare con gli angeli attraverso la preghiera, rilassatevi, immaginate di essere avvolti da una luce bianca e splendente ed abbiate fede. Ricordate sempre però, che nulla si muove senza il consenso di Dio; inoltre, se quello che tanto desiderate non rappresenta un bene per voi, la vostra richiesta potrebbe non essere esaudita così come voi immaginate; in realtà, ogni preghiera viene ascoltata, ma spesso la risposta è diversa da quella che noi esseri umani immaginiamo.

2- Mantra angelici

La preghiera ripetuta è un mantra. Gli angeli amano molto la semplicità, ecco perché i mantra angelici sono di solito molto semplici, brevi e con parole in rima. Il mantra può essere scritto su un foglio o imparato a memoria; la cosa importante è che venga ripetuto più volte nell’arco della giornata e che sia sempre presente la parola “grazie”.

3- La meditazione

La meditazione costituisce una via speciale per comunicare con Dio e gli angeli. Essa è in grado di aumentare la creatività, di farci connettere con il nostro sé superiore e di allineare le nostre energie con quelle degli esseri di luce. Una meditazione quotidiana di soli 15/ 20 minuti, produce numerosi benefici e rende più facile il contatto con i messaggeri di Dio.

4- Avere il giusto atteggiamento

Gli angeli amano molto la giocosità quindi, quando cercate di comunicare con loro, fate in modo di mantenere sempre un atteggiamento positivo e gioioso. Questo non vuol dire che se siete addolorati gli angeli non risponderanno alla vostra richiesta di comunicare con loro, ma semplicemente, mantenendo il giusto atteggiamento, è più facile interpretare i loro segni.

5- Creare un’atmosfera angelica

Gli angeli amano gli altari. Un ottimo modo per entrare in contatto con loro è proprio quello di dedicare un angolo della casa ai messaggeri di luce, per farlo diventare il proprio personale spazio sacro.

6- Usare cristalli, pietre e gemme

L’energia dei cristalli può agevolare il contatto angelico. Potete scegliere un cristallo e/o una pietra collegato all’angelo o all’arcangelo con cui volete entrare in contatto, o semplicemente quella da cui vi sentite più attratti. Ricordate sempre che pietre e cristalli, prima di essere utilizzati, vanno purificati; un semplice rituale di purificazione, consiste nel passare la pietra o il cristallo sotto l’acqua corrente per una trentina di secondi.

Maria

 

 

Sull'autore

Avatar
Maria

Ciao! Se stai leggendo queste parole, se mentre navigavi su Internet sei finito su questa pagina, non è un caso. Probabilmente il tuo angelo ti ha condotto sin qui. Mi chiamo Maria, e sin da quando ero piccola ho sempre avuto una grande fede in Dio e negli angeli. Ho sempre saputo di non essere sola e in effetti ho sempre sentito una vocina che mi metteva in guardia dai pericoli o mi indicava cosa fare. Pur non avendo mai visto con gli occhi i miei angeli, sono entrata più volte in contatto con loro: in particolare mi è accaduto innumerevoli volte di essere svegliata nel cuore della notte da una carezza o da un abbraccio e di percepire la loro presenza nella mia stanza. Ed ora, eccomi qui! Quella vocina mi ha svegliato nel cuore della notte dicendomi di creare questo blog e di chiamarlo "La voce degli angeli". Spero che i contenuti e i temi che tratterò, possano aiutare tutti coloro che vogliono entrare in contatto con queste magnifiche creature, che Dio, con il suo immenso amore, ci ha donato per sostenerci nei momenti di difficoltà e guidarci nel nostro cammino terreno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *