AngeliAngeli CustodiComunicare con gli angeliNoi e gli angeli

L’altare angelico

Un ottimo modo per comunicare con gli angeli è quello di creare un piccolo spazio sacro dedicato a loro, ovvero un altare angelico. Come prima cosa dovrete scegliere un angolo tranquillo della vostra casa, un posto dove vi sentite a vostro agio, un rifugio dove potrete ritirarvi quando desidererete stare soli e conversare con il vostro angelo.

Quando avrete scelto il posto dove creare il vostro altare angelico, potete iniziare ad allestirlo mettendo l’immagine o la statuina di un angelo. Se non ne possedete una, non preoccupatevi, uscite a fare una passeggiata e saranno gli angeli stessi ad aiutarvi nella scelta.

Alcuni piccoli gesti, come accendere una candela profumata, bruciare un bastoncino di incenso, portare dei fiori freschi, vi aiuteranno a chiamare il vostro angelo e a stabilire un contatto con lui.

Iniziate e concludete la giornata sostando davanti al vostro altare, chiedendo ai vostri angeli di esservi accanto durante la giornata e di vegliare su di voi durante la notte. Recatevi nel vostro spazio sacro ogni volta che sentite il bisogno di parlare con i vostri angeli o di chiedere il loro aiuto.

Quando si vuole entrare in contatto con gli angeli, è molto importante avere un atteggiamento positivo ed essere pazienti. Convincete il vostro animo che riuscirete a sentire la voce degli angeli e lasciatevi andare.

Di seguito, vi propongo una bellissima preghiera tratta dal libro “La voce degli angeli” di Joice Keller, per chiedere al vostro angelo di poter ascoltare la sua voce.

“Messaggero di Luce,

so che sei qui vicino,

per favore dischiudi le mie orecchie

 e fa che la tua voce giunga a me.”

Io ho creato il mio altare angelico nella mia camera da letto; su di esso ho messo varie statuine di angeli che mi sono state regalate negli anni, una dell’arcangelo Michele e un’ immagine dell’arcangelo Raffaele;  ci sono anche alcuni campanellini e  la mia scatola degli angeli, conchiglie e fiori profumati.

Quando prego o medito, accendo un cero profumato o un bastoncino di incenso, a volte, suono il mio campanellino perché so che gli angeli amano molto il suono delle campanelle. Vi assicuro che creare un altare angelico, creare il vostro spazio sacro, è un modo molto potente per entrare in contatto con gli angeli ma anche per meditare e mettersi in contatto con la propria anima..

Che ne pensate, avete voglia di creare il vostro altare angelico e magari di condividere la vostra esperienza con me?

Maria

Sull'autore

Avatar
Maria

Ciao! Se stai leggendo queste parole, se mentre navigavi su Internet sei finito su questa pagina, non è un caso. Probabilmente il tuo angelo ti ha condotto sin qui. Mi chiamo Maria, e sin da quando ero piccola ho sempre avuto una grande fede in Dio e negli angeli. Ho sempre saputo di non essere sola e in effetti ho sempre sentito una vocina che mi metteva in guardia dai pericoli o mi indicava cosa fare. Pur non avendo mai visto con gli occhi i miei angeli, sono entrata più volte in contatto con loro: in particolare mi è accaduto innumerevoli volte di essere svegliata nel cuore della notte da una carezza o da un abbraccio e di percepire la loro presenza nella mia stanza. Ed ora, eccomi qui! Quella vocina mi ha svegliato nel cuore della notte dicendomi di creare questo blog e di chiamarlo "La voce degli angeli". Spero che i contenuti e i temi che tratterò, possano aiutare tutti coloro che vogliono entrare in contatto con queste magnifiche creature, che Dio, con il suo immenso amore, ci ha donato per sostenerci nei momenti di difficoltà e guidarci nel nostro cammino terreno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *