AmoreVivi bene adesso

Significato e colori della corona dell’Avvento

Il periodo dell’Avvento, è il tempo di preparazione al Natale, la festa della Luce. Una tradizione molto antica, nata nei paesi di cultura germanica e anglosassone, prevede la preparazione della corona dell’avvento, fatta di rami di sempreverdi (di abete, pino ecc…) e candele colorate.

La corona ha come base delle candele un tema legato alla natura: foglie di alberi (abete o pini). Vengono utilizzati in genere i rami di pino o di abeti verdi, perché sono un simbolo di vita eterna e segno di speranza. Il Messia sta per ritornare sulla terra per sconfiggere il buio e le tenebre.

La corona ha una forma circolare, perché fin dai tempi più antichi il cerchio rappresenta il segno dell’eternità e al tempo stesso dell’unità. La sua forma circolare ricorda anche il ciclo delle stagioni e la fedeltà di Dio verso l’uomo.

Le quattro candele della corona rappresentano le quattro domeniche dell’Avvento e devono essere accese una per settimana. Esse hanno un significato ben preciso.

La prima candela, di colore viola, è la Candela del Profeta, ed è anche detta la candela della speranza. Ci ricorda che molti secoli prima della nascita del bambino Gesù, uomini saggi chiamati profeti predissero la sua venuta.

La seconda candela, di colore  viola, è la Candela di Betlemme. Viene chiamata la candela della salvezza e ci ricorda la piccola città in cui nacque il nostro Salvatore.

La terza candela, di colore  rosa, è la Candela dei pastori. È la candela della gioia, poiché furono i pastori i primi ad adorare il bambino Gesù e a diffondere la buona novella.

La quarta candela, di colore  viola, è la Candela degli Angeli. Con essa onoriamo i primi che annunciarono al mondo la nascita del Messia, ossia i nostri adorati angeli.

Secondo un’altra tradizione, l’accensione di ogni candela indica la vittoria della Luce sulle tenebre che avviene grazie alla venuta del Messia. In alcune versioni c’è anche una quinta candela, di colore bianco, da mettere all’interno della corona: la candela rappresenta Cristo ed è accesa con i primi vespri della Vigilia di Natale.

Un abbraccio di luce e amore.

Maria

Sull'autore

Maria

Ciao!

Se stai leggendo queste parole, se mentre navigavi su Internet sei finito su questa pagina, non è un caso. Probabilmente il tuo angelo o l’Universo (non importa come vuoi chiamarlo) ti ha condotto sin qui.

Mi chiamo Maria, e sin da quando ero piccola, sono sempre stata affascinata dagli angeli e dalle fate. Ho sempre avuto l’impressione di non essere sola e in effetti ho sempre sentito una vocina che mi metteva in guardia dai pericoli o mi indicava cosa fare. Pur non avendo mai visto con gli occhi i miei angeli, sono entrata più volte in contatto con loro: in particolare mi è accaduto innumerevoli volte di essere svegliata nel cuore della notte da una carezza o da un abbraccio e di percepire la loro presenza nella mia stanza.

Sebbene all’inizio tutto questo mi incuteva paura, in seguito ad una serie di eventi dolorosi, mi sono avvicinata sempre di più al mondo angelico e ho iniziato a comunicare con queste splendide creature. Dapprima ho acquistato tutti i libri di Doreen Virtue, poi ho seguito un seminario della splendida Isabelle Von Fallois ed il corso di Doreen Virtue che mi ha permesso di diventare Angel Card Reader certificata.

Ed ora, eccomi qui!

Il mio percorso spirituale è soltanto all’inizio, ma quella vocina di cui vi parlavo, mi ha svegliato nel cuore della notte dicendomi di creare questo blog e di chiamarlo “La voce degli angeli”.

Spero che i contenuti e i temi che tratterò, possano aiutare tutti coloro che vogliono entrare in contatto con queste magnifiche creature, che Dio, con il suo immenso amore, ci ha donato per sostenerci nei momenti di difficoltà e guidarci nel nostro cammino terreno.

Rispondi

Completa l'operazione richiesta * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.